Chiedi a FIAP
phone icon
Aderisci a FIAP
signUp icon
Iscriviti alla Newsletter
newsletter icon
News

Trasporti Internazionali – Germania – Pedaggi autostradali sotto accusa

Una decisione della Corte di Giustizia Europea ha ritenuto il modello di calcolo illegale. È possibile procedere con le eventuali richieste di rimborso

| Pubblicato in News
Bandiera Germania 001 small

Il 28 ottobre 2020 la Corte di giustizia europea ha stabilito che il modello tariffario applicato con l'Lkw-Maut tedesco viola il diritto europeo. Secondo le direttive comunitarie in materia, nel calcolo del pedaggio per gli autocarri possono essere inclusi solo i costi delle infrastrutture. Tuttavia, il governo federale tedesco ha incluso anche costi connessi ai controlli svolti dalla polizia stradale. Di conseguenza, quanto chiesto come pedaggio contrasta con il diritto europeo, quanto meno per quanto concerne tale componente di costo (CGCE, sentenza del 28 ottobre 2020, C-321/19).

Le aziende di trasporto che operano sulle strade tedesche soggette a Lkw-Maut hanno quindi pagato, nel corso degli anni, un pedaggio eccessivo. Per effetto della sentenza, queste aziende hanno la facoltà di richiedere il rimborso del pedaggio in eccesso al governo federale. Secondo le informazioni pervenute dalla tedesca BGL, Associazione di rappresentanza del settore, il valore ammonta ad almeno il quattro per cento di quanto pagato. In ogni caso, il calcolo dell'esatto valore in eccesso è in corso.

La BGL - Associazione del Trasporto Professionale tedesca, ha precisato che le richieste di rimborso si prescrivono in tre anni. Di conseguenza, i pagamenti dei pedaggi che risalgono a prima del 2017 non possono più essere rivendicati dalle aziende, a meno che non si siano già intrapresi provvedimenti per l'interruzione. Per i pagamenti dei pedaggi che hanno avuto luogo nel 2017, il periodo di prescrizione scadrà il prossimo 31 dicembre 2020.

Le aziende possono intraprendere alcuni percorsi per rivendicare gli importi pagati in eccesso:

  • contattare e rivendicare il proprio diritto individualmente e direttamente le autorità tedesche: Bundesamt per Güterverkehr, Postfach: 190180 - 50498 Colonia;
  • avvalersi dei servizi di servizi legali di loro scelta e fiducia per presentare le richieste di risarcimento;
  • utilizzare una soluzione studiata dall'Associazione BGL, insieme allo studio legale Hausfeld Rechtsanwälte e al fondatore del contenzioso "eClaim". Informazioni dettagliate su questa soluzione, così come la registrazione per questa soluzione, sono disponibili sul sito mautzurueck.de anche in italiano. Nel caso in cui gli operatori decidano di scegliere questa soluzione, dovranno registrarsi prima del 4 dicembre 2020 per evitare la limitazione dei loro crediti per il 2017.

La fonte informativa precisa che non è possibile una combinazione delle azioni sopra elencate.

(fonte BGL – IRU)

customer care icon
Chiedi a FIAP

Contattaci per informazioni, chiarimenti e supporto!

fiap icon
Iscriviti a Fiap

Entra far parte della Federazione Italiana Autrasportatori Professionali

info icon
Informazioni

Contattaci in modo semplice e veloce!