Chiedi a FIAP
phone icon
Aderisci a FIAP
signUp icon
Iscriviti alla Newsletter
newsletter icon
Bandi e Circolari

Autorizzazioni prefettizie alla circolazione in deroga ai divieti di circolazione. Applicazione dell’imposta di bollo. Circ. 264/2019

| Pubblicato in Circolari 2019
FIAP Autorizzazioni prefettizie alla circolazione in deroga ai divieti di circolazione v2. Applicazione dellimposta di bollo.

L’Agenzia delle Entrate, in risposta ad un’istanza di interpello, ha effettuato alcune precisazioni sul pagamento dell’imposta di bollo per le autorizzazioni prefettizie alla circolazione in deroga ai divieti di circolazione dei mezzi pesanti.

L’Agenzia è stata chiamata in causa dopo che una Prefettura, contrariamente alla prassi seguita in altri Uffici territoriali, a fronte della richiesta dell’impresa di autotrasporto di inserire una serie di targhe in un’unica autorizzazione alla circolazione (con pagamento, quindi, di un solo bollo), l’ha respinta pretendendo, invece, di emettere un’autorizzazione per ciascuna targa indicata nell’istanza, con annesso pagamento del bollo per ognuna di esse.

Dopo una ricostruzione delle norme che si rendono applicabili - non ultimo l’art.11, comma 3 del d.m 525 del 4.12.2018 sui divieti per l’anno corrente, nel quale viene stabilito che “se sussistono le condizioni per la deroga, (la Prefettura) rilascia il provvedimento autorizzativo sul quale…sarà indicato: (…) la targa del veicolo o le targhe dei veicoli autorizzati alla circolazione” - , l’Agenzia è giunta alle seguenti conclusioni:

  • Il provvedimento del Prefetto può autorizzare la circolazione in deroga di più veicoli se,anche a giudizio di questo organismo, essi siano “necessari per la medesima esigenza di trasporto” (come richiesto dall’art.10, comma 2 del citato d.m). In tal caso l’imposta di bollo verrà assolta una sola volta, realizzandosi la fattispecie dell’atto redatto in un unico contesto prevista dallart.13 del D.P.R 642/1972;
  • Quando vengano richieste più copie autenticate dell’autorizzazione, per ognuna occorre procedere al pagamento del bollo di € 16 (vedi l’art. 1 del D.P.R 642/1972 ed annessa tariffa), trattandosi di “Atti rogati, ricevuti o autenticati dai notai o da altri pubblici ufficiali.

L’Agenzia ha invece evitato di pronunciarsi sulla liceità, o meno, del comportamento dell’istante che, anziché chiedere alla Prefettura il rilascio delle copie autentiche dell’autorizzazione, provvede ad autocertificarne l’avvenuto rilascio ai sensi del DPR 445/2000; si tratta, infatti, di norme che esulano dal campo tributario di competenza dell’Agenzia.

La Risposta dell'Agenzia delle Entrata n.459 è disponibile in allegato.

download icon 264 19 Autorizzazioni prefettizie alla circolazione in deroga ai divieti di circolazione. Applicazione dellimposta di bollo.
570 KB Download
download icon all 264 Risposta Agenzia delle Entrata n. 459
166 KB Download
customer care icon
Chiedi a FIAP

Un NUMERO UNICO NAZIONALE sempre a tua disposizione.

fiap icon
Iscriviti a Fiap

Entra far parte della Federazione Italiana Autrasportatori Professionali

info icon
Informazioni

Contattaci in modo semplice e veloce!