Chiedi a FIAP
phone icon
Aderisci a FIAP
signUp icon
Iscriviti alla Newsletter
newsletter icon
Bandi e Circolari

Orario di lavoro. Violazione della normativa sui riposi intermedi. Chiarimenti INL sul calcolo della sanzione.

Circ. 269/2020

| Pubblicato in Circolari 2020
ispettoriato nazionale del lavoro v2

L’Ispettorato Nazionale del Lavoro ha emesso una nota , con la quale ha fornito un importante chiarimento sul criterio di calcolo della sanzione prevista dall’art. 9 comma 2 del d.lgs 234/2007 che punisce l’azienda quando i lavoratori che effettuano operazioni mobili di autotrasporto non rispettano il riposo intermedio previsto dall’art. 5 del medesimo D.Lgs. 234/07 in base al quale, ferme restando le regole sui limiti di guida, le interruzioni e sui riposi previste dal Reg. CE 561/06, “le persone che effettuano operazioni mobili di autotrasporto, non possono lavorare in nessun caso per piu' di sei ore consecutive senza un riposo intermedio. L'orario di lavoro deve essere interrotto da riposi intermedi di almeno trenta minuti se il totale delle ore di lavoro è compreso fra sei e nove ore, di almeno quarantacinque minuti se supera le nove ore. I riposi intermedi possono essere suddivisi in periodi non inferiori a quindici minuti ciascuno”.

La circolare chiarisce se la sanzione si riferisca a ogni violazione commessa nei confronti del lavoratore o al numero di lavoratori, a prescindere da quante infrazioni commesse.

Per approfondimenti, consultare la Circolare FIAP e la nota dell'INL, disponibili in allegato per gli Associati FIAP abilitati ad accedere all'area riservata del sito.

lock Per accedere ai contenuti completi di questo articolo accedi all'area riservata
customer care icon
Chiedi a FIAP

Un NUMERO UNICO NAZIONALE sempre a tua disposizione.

fiap icon
Iscriviti a Fiap

Entra far parte della Federazione Italiana Autrasportatori Professionali

info icon
Informazioni

Contattaci in modo semplice e veloce!