Chiedi a FIAP
phone icon
Aderisci a FIAP
signUp icon
Iscriviti alla Newsletter
newsletter icon
News

Emergenza Coronavirus - Ordinanza del Ministro della Salute sugli ingressi nel territorio italiano

I Ministri dei Trasporti e della Salute hanno emanato l’Ordinanza n. 3986 del 28 Marzo, con la quale hanno dettato delle prescrizioni per le persone in ingresso sul territorio nazionale

| Pubblicato in News
consigli per viaggiare in aereo 001 1920x1280

Va evidenziato da subito che queste prescrizioni non trovano applicazione per il personale addetto al trasporto merci. A questo proposito, ricordiamo che per il personale di imprese di autotrasporto non aventi sede legale in Italia valgono le prescrizioni stabilite dai decreti interministeriale Trasporti/Salute n°120 e 127, per cui l’autista può entrare in Italia per motivate esigenze lavorative (da documentare con un modello specifico da portare sul mezzo, la cui ultima versione è datata 26 Marzo u.s), e rimanerci per un periodo massimo di 72 ore, prorogabile di altre 48 ore.

L’Ordinanza stabilisce che chiunque intenda fare ingresso in Italia tramite trasporto di linea aereo, marittimo, lacuale ferroviario o stradale, per accedere al servizio deve consegnare al vettore, all'atto dell’imbarco, una dichiarazione resa ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000, che indichi:

  • I motivi del viaggio, nel rispetto di quanto previsto, a riguardo dal DPCM 22 marzo e succ. mod. (lavoro, urgenze, salute);
  • L’indirizzo dell’abitazione o dimora in Italia dove sarà svolto il previsto periodo di sorveglianza sanitaria e isolamento fiduciario, con indicazione del mezzo di trasporto che sarà utilizzato per raggiungerlo;
  • Il recapito telefonico, anche mobile, in cui ricevere le comunicazioni durante il periodo di isolamento fiduciario.

 

I vettori e gli armatori, prima dell’imbarco, sono tenuti ad acquisire e verificare la dichiarazione dei passeggeri sopra indicata, provvedendo in aggiunta anche alla misurazione della temperatura, allo scopo di vietare l’imbarco a quei passeggeri in stato febbrile o che presentino una documentazione incompleta. Inoltre, i vettori devono adottare tutte le misure organizzative necessarie a garantire il rispetto della distanza minima di un metro tra i passeggeri ed è raccomandato l’utilizzo da parte dell’equipaggio e dei passeggeri dei mezzi di protezione individuale.

Il vettore aereo, all'atto dell’imbarco, provvede a dotare i passeggeri che risultino sprovvisti, dei dispositivi di protezione individuale.

Come già previsto dal DM 120, le persone sopra indicate in ingresso in Italia, anche se asintomatiche, sono obbligate a darne comunicazione all'Azienda Sanitaria territorialmente competente e a svolgere un periodo di isolamento fiduciario di 14 giorni presso l’indirizzo comunicato all'atto dell’imbarco. In caso di insorgenza di sintomi Covid-19 sono tenute a darne comunicazione tempestiva all'Autorità sanitaria, attraverso i numeri telefonici per l’emergenza.

Qualora dal luogo di sbarco del mezzo di trasporto di linea non sia possibile raggiungere il luogo indicato al momento della partenza come sede dell’isolamento fiduciario, l’Autorità sanitaria competente informa la Protezione Civile che determina il luogo e le modalità con cui svolgere il periodo di isolamento, con spese a carico delle persone sottoposte ad esso.

Anche le persone fisiche che rientrano in Italia con i propri mezzi di trasporto, devono darne comunicazione all'Azienda sanitaria competente e sono sottoposte al periodo di isolamento fiduciario di 14 giorni, nel luogo indicato in tale comunicazione.

L’obbligo di effettuare la richiamata dichiarazione al vettore non si applica all'equipaggio dei mezzi di trasporto, al personale viaggiante delle imprese con sede in Italia, al personale sanitario e ai lavoratori transfrontalieri.

L’ordinanza dispone, inoltre, che il divieto di ingresso nei porti italiani previsto dal DM 125 per le navi passeggeri battenti bandiera straniera impegnate in servizi di crociera, trova applicazione anche, per la sosta inoperosa di dette navi passeggeri.

Le nuove disposizioni hanno efficacia a partire dal 28 marzo, si applicano anche ai trasporti, già iniziati e sono efficaci fino all'entrata in vigore di un nuovo DPCM di cui all'art. 2 del D.L. 19/2020.

download icon ORDINANZA Ministeri Trasporti e Salute del 28 marzo 2020
629 KB Download
customer care icon
Chiedi a FIAP

Contattaci per informazioni, chiarimenti e supporto!

fiap icon
Iscriviti a Fiap

Entra far parte della Federazione Italiana Autrasportatori Professionali

info icon
Informazioni

Contattaci in modo semplice e veloce!