Chiedi a FIAP
phone icon
Aderisci a FIAP
signUp icon
Iscriviti alla Newsletter
newsletter icon
Agenda

Aumento critico dei noli marittimi. L’Esito del secondo incontro con il Ministero del 31 gennaio 2020

| Pubblicato in Agenda
agenda fiap Aumento critico dei noli marittimi. LEsito del secondo incontro con il Ministero del 31 gennaio 2020

Si è riunito a Roma per la seconda volta, lo scorso 31 gennaio, il tavolo ministeriale convocato –su pressante richiesta delle Associazioni dell’Autotrasporto– dal Ministro delle infrastrutture e dei Trasporti De Micheli, sulla questione degli aumenti dei noli marittimi, applicati dal 1° gennaio 2020 dalle Compagnie Armatoriali, in relazione all’obbligo dell'utilizzo di combustibile marino a basso contenuto di zolfo imposto dall’IMO-International Maritime Organization, decisamente più costoso. Un obbligo connesso alla necessità di abbattere sostanzialmente le emissioni in atmosfera, a favorire la salvaguardia dell’ambiente. 

Presenti all’incontro il Vice-Ministro Giancarlo Cancellieri, i Rappresentati del Ministero e delle Regioni Sicilia e Sardegna, alcune Associazioni del Trasporto e le Associazioni degli Armatori.

Il Vice-Ministro Cancellieri ha aperto la riunione annunciando che il Ministero ha chiamato al tavolo l’associazione Unione Petrolifera per capire al meglio le ragioni del forte aumento del costo del carburate, e che sta lavorando per recuperare risorse da utilizzare per il contenimento dei forti aumenti.

Le associazioni Armatoriali presenti, hanno confermato un aumento medio del 17% dei noli sulle tratte navali, hanno ribadito l’impegno a non applicare ulteriori incrementi, aggiungendo che nell’eventuale disponibilità di risorse aggiuntive da utilizzare, ad esempio attraverso lo strumento del Marebonus, tali maggiori risorse saranno “girate” totalmente al 100% alle imprese di trasporto. 

Le Associazioni dell’autotrasporto, pur apprezzando l’impegno del Governo e degli Armatori, hanno comunque richiesto maggior chiarezza sulle tariffe applicate, nonché soluzioni che rendano maggiormente trasparente l’utilizzo del Marebonus, nella ricerca di una revisione della posizione UE sugli aiuti di stato, e di una soluzione che permetta di far pervenire il contributo direttamente alle imprese di trasporto.

I Rappresentanti Istituzionali delle Regioni Sardegna e Sicilia si sono resi entrambi disponibili a fornire, nelle forme più opportune, un supporto anche economico alle imprese della propria Regione quale sostegno utile all’economia delle isole. Difficile, infatti, per il loro sistema di imprese, soprattutto produttive, riuscire a sostenere aumenti del costo dei servizi derivanti dal maggior costo dei noli marittimi.

In chiusura il Viceministro Cancellieri ha prospettato una ulteriore riunione del tavolo, durante la quale sarà comunicato il valore finale delle risorse aggiuntive al Marebonus, ad oggi unico percorso possibile per il contenimento degli aumenti. Valore che, al contrario di dichiarato da alcune testate giornalistiche, non è ancora definito in quanto in attesa di una migliore definizione degli aumenti da parte degli Armatori, utile per comprende concretamente l’impatto economico di questi aumenti. il Viceministro si è impegnato, inoltre, a valutare assieme a RAM soluzioni alternative finalizzate alla modifica dell’attuale sistema di funzionamento del Marebonus, da individuare e valutare anche tramite una ulteriore interlocuzione con l’Unione Europea.

Per completezza il Ministero, durante l’incontro, ha chiarito che attualmente sul MareBonus vengono attuate tutte le verifiche sulla correttezza dell’erogazione e utilizzo del contributo di cui, seppur vi siano possibili percorsi di miglioramento, si garantisce la completa trasparenza in termini di processo.

Si ricorda, per correttezza, che viene erogato un contributo all’Armatore per ogni impresa di trasporto che esegue almeno 150 imbarchi l’anno. Contributo che deve essere “girato” all’impresa stessa. L’Armatore può trattenere sino al 30% di questo contributo in caso di investimenti rendicontati, pertinenti, congrui, effettivi, temporalmente riferibili, comprovabili, legittimi, contabilizzati e tracciabili.

customer care icon
Chiedi a FIAP

Un NUMERO UNICO NAZIONALE sempre a tua disposizione.

fiap icon
Iscriviti a Fiap

Entra far parte della Federazione Italiana Autrasportatori Professionali

info icon
Informazioni

Contattaci in modo semplice e veloce!