Esonero contributivo per i conducenti che esercitano la propria attività in servizi di trasporto internazionale (legge 208/2015 art. 1 comma 651, Stabilità 2016). Circ. 252/2017

Esonero contributivo per i conducenti che esercitano la propria attività in servizi di trasporto internazionale (legge 208/2015 art. 1 comma 651, Stabilità 2016). Circ. 252/2017

Finalmente pubblicate le istruzioni per la fruizione dell’esonero contributivo per i conducenti impegnati in servizi di trasporto internazionale

Con la Circolare n. 167 del 10 novembre 2017, Inps ha finalmente fornito le istruzioni operative sull’esonero contributivo previsto per i conducenti che esercitano la propria attività con veicoli, a cui si applica il Regolamento CE n. 561/2006, equipaggiati con tachigrafo digitale e prestanti la propria attività in servizi di trasporto internazionale per almeno 100 giorni annui (vedasi Legge 208/2015 articolo 1 comma 651).
Per la fruizione del beneficio i Datori dovranno inoltrare una richiesta mediante una apposita procedura telematica che si trova sul sito dell’Istituto, all’interno dell’applicazione “DiResCo – Dichiarazioni di Responsabilità del Contribuente” e denominata  “TRANS.INT.

In caso di ammissione al beneficio, i Datori dovranno esporre, a partire dal flusso Uniemens di competenza novembre 2017, i lavoratori per i quali spetta l’esonero valorizzando, nella sezione “DenunciaIndividuale”, nell’elemento “TipoContribuzione” il nuovo codice “T1” e nell’elemento “Contributo” andrà indicata la contribuzione ridotta calcolata sull’imponibile previdenziale del mese.

Se spettanti, sarà possibile il recupero degli arretrati riferiti al periodo tra gennaio 2016 e ottobre 2017, esponendo nel flusso Uniemens nell’elemento “AltreACredito” “CausaleACredito” il nuovo codice causale “R668“.

Per approfondimenti consultare la Circolare e la nota dell’Inps n.167 del 10/11/2017, disponibili in allegato per gli utenti registrati.

Share on Facebook8Share on LinkedIn32Email this to someone